Arcipretura di Casalvecchio Siculo

Parrocchia S. Onofrio Eremita

 

 

 

MINISTRI STRAORDINARI DELL'EUCARESTIA

 

Il Ministro Straordinario della Santa Comunione ricopre, in maniera straordinaria ovvero solo quando si presenti una reale necessità, in particolare due tipologie di servizio liturgico nella distribuzione della Comunione:

Gli Ordinari del luogo possono designare, per un periodo determinato o in modo permanente, una persona adatta a cibarsi direttamente della Comunione e a distribuirla ad altri fedeli. È consigliato, inoltre, che tale persona riceva da un sacerdote autorizzato il mandato per tale ministero.

Infine tale ministro, sempre in assenza di chierici e accolito, può esporre il Santissimo Sacramento alla pubblica adorazione secondo le norme della chiesa locale senza però impartire la benedizione eucaristica.

Ai malati. Nel somministrare la comunione ai malati impossibilitati a partecipare alla Messa, il ministro potrà preparare una preghiera nella forma di breve celebrazione della parola di Dio. Qualora le circostanze lo richiedano, la Comunione potrà anche essere somministrata sotto la specie del vino. Coloro che assistono il malato possono, a loro volta, ricevere la Comunione osservando le norme prescritte.

Il patrono. Il patrono dei ministri straordinari è San Tarcisio, un giovane cristiano del II secolo, che portava la Comunione e che fu martirizzato mentre stava esercitando il suo servizio. Per evitare che le Sacre Specie fossero profanate le consumò tutte prima di morire.

 

 

Elenco Ministri Straordinari dell’Eucarestia

 

Rigano Ida

Mazzeo Carmela

Principato Cristina

Trimarchi Natalina

 

Si incontrano con il parroco per un percorso di formazione ogni secondo Lunedì del mese.