Arcipretura di Casalvecchio Siculo

Parrocchia S. Onofrio Eremita

 

 

 

CONFRATERNITE E PIE ASSOCIAZIONI

 

«Società è adunanza di persone devote, stabilite in alcune chiese o oratori, per celebrare alcuni esercizi di religione e di pietà, o per onorare particolarmente un mistero od un santo, non che per esercitare uffici caritatevoli»

(Gaetano Moroni, Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica, vol. XVI p. 117).

 

Con la denominazione di confraternita si intende, ai sensi dei Canoni 298 e ss. del vigente Codice di diritto canonico, un'associazione pubblica di fedeli della Chiesa Cattolica (ma esistono confraternite anche in altre fedi), che ha come scopo peculiare e caratterizzante l'incremento del culto pubblico, oltre che l'esercizio di opere di carità, di penitenza, di catechesi non disgiunta dalla cultura.

Il titolo di "Arciconfraternita" veniva attribuito a quelle confraternite distintesi per pietà ed anzianità, cui veniva concessa la facoltà di aggregare a sé tutte le confraternite, ovunque erette, aventi il medesimo fine e la medesima denominazione.

Fra i vari benefici di cui godevano in particolare le Arciconfraternite romane non era infrequente la possibilità di poter chiedere ogni anno al Papa - in occasione della propria festa titolare - la liberazione di un condannato a morte o di un carcerato.

Alcune vengono denominate Reale Confraternita o Reale Arciconfraternita nel caso in cui lo statuto venga promulgato da un regnante. Infine, l'Autorità ecclesiastica competente può conferire ad un sodalizio l'ulteriore appellativo di distinzione di "Venerabile": è quindi importante chiarire che esso spetta solo se espressamente conferito e non per il solo fatto di essere una pur rispettata Confraternita.

Per il Codice di Diritto Canonico la Confraternita acquista personalità giuridica distinta da quella dei suoi singoli aderenti. Ma non è la persona giuridica secondo il diritto civile, se non è riconosciuta anche dallo Stato.

La Confraternita munita di personalità giuridica ecclesiastica - ai sensi del Canone 120 § 1 del Codice di Diritto Canonico - si estingue o per soppressione da parte dell'Autorità o per scioglimento volontario, altrimenti per inattività dopo cento anni dalla morte dell'ultimo iscritto.

La Conferenza Episcopale Italiana, con proprio decreto in data 14 aprile 2000, ha eretto la "Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d'Italia", associazione che oggi comprende gran parte delle Confraternite italiane. La Confederazione ha anche un proprio organo d'informazione, la rivista trimestrale Tràdere, il cui primo numero è uscito nel mese di ottobre 2007.

 LE NOSTRE ASSOCIAZIONI