Arcipretura di Casalvecchio Siculo

Parrocchia S. Onofrio Eremita

 

 

 

IL MUSEO PARROCCHIALE

 

Voluto dall’Arciprete - Parroco Don Mario D'Amico, il Museo Parrocchiale nacque per contenere e conservare tutte quelle opere, attrezzi da lavoro e oggettistica domestica, che diversamente sarebbero stati molto probabilmente dispersi.

 

Per salvaguardare questo ricco patrimonio d'arte e cultura del passato, Padre D'Amico ha ben pensato di utilizzare due stanze e l'ingresso della sua canonica annessa alla Cattedrale per adibirle a piccolo museo.

 

Qui vennero custodite opere provenienti dalla chiesa di San Nicolò, come una statua lignea di Sant'Antonio, una tela di autore ignoto raffigurante Gesù risorto con l'emblema della passione (risalente al seicento) ed un quadro del cinquecento, anch'esso di ignoto, con la rappresentazione della discesa dello Spirito Santo.

 

Un'autentica rarità per il soggetto che rappresenta è la statua di San Giuseppe con Gesù bambino.

 

Pregevoli sono anche le suppellettili ecclesiastiche riconducibili al periodo fra il seicento ed il settecento ed un libro del cinquecento, anche se l'opera di maggior rilievo e importanza è una tela raffigurante San Nicolò, attribuita ad Antonello da Messina o quantomeno ad un artista della sua scuola.

 

Preziosi sono anche gli arredi sacri custoditi in alcune vetrine, tra i quali spiccano una pianeta di colore bianco del XVII secolo, finemente ricamata e lavorata in oro e corallo, un ostensorio in argento del 1684 ed un calice cesellato, anch'esso in argento, di scuola francese del XVII secolo.

 

Qui si trova anche una piccola campana del 1300 rinvenuta nel casale di Piazza Vecchia.

 

Nel museo si possono osservare anche alcune testimonianze della cultura contadina e pastorale casalvetina, come un mulinello in pietra per macinare il grano ed un mulino più grande dotato di ruote dentate risalente al 1700.